Social Commerce: che cos’è e come funziona

Home / Blog / Social Commerce: che cos’è e come funziona

Social Commerce: quando i social media diventano uno shop online

Indice

    Nel 2024, il social commerce sta rivoluzionando il modo in cui compriamo online. Ma di cosa si tratta esattamente e perché un’azienda dovrebbe aprire uno store sui social?

    In questo articolo, esamineremo i dati più recenti sull’effetto di questa tendenza, parleremo delle migliori piattaforme per il social commerce e dei benefici che può portare alle aziende.

    ragazza dai capelli rossi che acquista da un cellulare mentre ha in mano delle borse

    Che cos’è il Social Commerce?

    Prima di iniziare a vedere un po’ di dati e capire quali piattaforme siano più popolari tra chi compra sui social, vale la pena fare un po’ di chiarezza sulla terminologia.

    E-Commerce

    Per E-Commerce si intende un sito web che consente l’acquisto di prodotti online. Un brand, per esempio Amazon o Wish, può avere profili social e promuovere il proprio sito attraverso campagne, ma questo non significa per forza che sia faccia Social Commerce.

    Social Shopping

    Per Social Shopping si intendono, invece, quei brand che sponsorizzano i propri prodotti nei feed degli utenti, proponendo offerte speciali o pubblicizzando le nuove collezioni attraverso annunci targettizzati.

    Inoltre, il Social Shopping include anche lo scambio di informazioni tra utenti, che cercano consigli e raccomandazioni prima di effettuare un acquisto.

    Social Commerce

    Il Social Commerce rappresenta invece l’evoluzione naturale dell’acquisto online, con l’integrazione diretta di uno shop all’interno delle piattaforme Social. Questa modalità consente alle aziende e ai clienti di interagire in modo diretto, garantendo un’esperienza di shopping continua e senza interruzioni, all’interno del social network preferito dall’utente.

    Il principio chiave del Social Commerce è la fluidità del Customer Journey: un percorso d’acquisto semplice e immediato, che elimina la necessità di registrazioni, password di login o inserimento manuale dei dati della carta di credito. Questo approccio non solo migliora la comodità per l’utente, ma incrementa anche i tassi di conversione.

    Tendenze del Social Commerce nel 2024

    Ora che abbiamo chiarito le differenze tra i vari tipi di commercio online, passiamo a qualche dato relativo al 2024.

    I dati parlano chiaro: i social media stanno guadagnando sempre più terreno nel contesto degli store online. Nel 2024 infatti, il 40% degli acquirenti dichiara di aver effettuato almeno un acquisto grazie a queste piattaforme, spesso spinto dalla pressione sociale di “stare al passo con gli altri”.

    La crescita dell’e-commerce influenzato dai social media è ulteriormente potenziata dalle raccomandazioni degli influencer, con il 49% degli utenti ammette di essere stato influenzato da questi esperti. È interessante notare come il 70% degli adolescenti si fidi più degli influencer che delle celebrità tradizionali, mentre l’86% delle donne si rivolga ai social media per ottenere consigli sugli acquisti.

    Le piattaforme più popolari

    Facebook

    Facebook è la piattaforma per eccellenza, scelta dalla maggioranza dei marketer e dei consumatori. Le funzionalità come Marketplace e Shops su Facebook facilitano le transazioni, permettendo ai brand di creare negozi online personalizzati direttamente sul social network.

    Attraverso l’integrazione con i vari strumenti e-commerce, come WooCommerce, è possibile sincronizzare automaticamente i prodotti su Facebook, gestendo facilmente un negozio di prova per valutare l’esperienza dei clienti.

    Instagram

    Anche Instagram si afferma come una potenza del settore, con un’ampia base di utenti globali e una grossa percentuale di acquirenti (circa il 70%) che utilizza la piattaforma per cercare i prodotti prima di fare acquisti.

    Gli Instagram Shops offrono inoltre agli utenti la possibilità di acquistare direttamente prodotti delle immagini e dei video, con funzionalità simili a quelle di Facebook. Le aziende possono quindi mostrare i loro prodotti su un negozio online personalizzabile, creando collezioni curate con dettagli precisi sui prodotti.

    TikTok

    In questo contesto, la TikTok Economy emerge con forza. TikTok e la sua controparte cinese, Douyin, stanno infatti attirando un numero sempre maggiore di consumatori digitali, in particolare tra i GenZ.

    Douyin, nello specifico, nel 2023 ha registrato un aumento dell’81% delle vendite di prodotti di bellezza e cura personale rispetto all’anno precedente.

    Allo stesso modo, TikTok Shop sta riscuotendo successo nel sud-est asiatico e ha aperto negozi negli Stati Uniti e nel Regno Unito, segnalando il forte impatto delle piattaforme ByteDance sul commercio online.

    Pinterest

    Pinterest, il motore di ricerca e piattaforma social per immagini, permette agli utenti di creare bacheche con moodboard, salvare luoghi da visitare e, soprattutto, scoprire nuovi prodotti.

    Il punto di forza di Pinterest è che la stragrande maggioranza delle ricerche effettuate non contiene brand, rendendolo efficace con utenti ostili alla pubblicità.

    Caricando annunci dei prodotti dal proprio negozio online su Pinterest, i marchi hanno la possibilità di raggiungere potenziali clienti che potrebbero non essere a conoscenza dei loro prodotti ma avrebbero i mezzi per acquistarli.

    Aprire uno store sui Social: tutti i vantaggi

    Aprire uno store sociale può rappresentare quindi una decisione strategica vincente per un brand. Grazie alla maggiore visibilità ed engagement offerti dai Social Media, un brand può intercettare un vasto pubblico che trascorre gran parte del proprio tempo su queste piattaforme. Questo non solo amplifica l’opportunità di coinvolgere direttamente gli utenti, ma può anche trasformare semplici follower in clienti fedeli.

    Un negozio social permette di mostrare e vendere i prodotti direttamente ai consumatori online, rendendo più facile l’acquisto e quindi aumentando le possibili vendite.

    La capacità di interagire direttamente con i clienti rappresenta un valore aggiunto, consentendo al brand di offrire un servizio clienti personalizzato, rapido ed efficace. Questa interazione costante permette agli utenti di porre domande, condividere feedback e raccomandazioni, creando un legame autentico e duraturo tra il brand e il pubblico.

    Shibumi Agency e il suo team di esperti di social media marketing ed e-commerce sono pronti a offrirti supporto completo nel setup e nel mantenimento del tuo store online. Che tu stia iniziando da zero o desideri ottimizzare un negozio esistente, Shibumi Agency è la scelta ideale.

    Ti abbiamo convinto? Contattaci per raccontarci del tuo brand e capiamo insieme come massimizzare la tua presenza social.

    Continua a leggere

    Potrebbe piacerti anche

    Web Design

    Guida completa ai CMS per la gestione dei siti web

    E-commerce, Web Design

    I rischi dei siti web troppo economici